Sei nuovo?
Clicca qui.

Qualunque sia la lista delle tue risoluzioni per quest’anno, oggi ho per te 3 idee innovative, tratte da 3 libri diversi che ti aiuteranno a raggiungerle.

Le chiamo idee innovative perché anche se sono lì, sotto al nostro naso, ce le dimentichiamo continuamente.

La prima idea è tratta da un libro che porto sempre con me:

Ego è il Nemico, di Ryan Holiday (lo trovi a questo link –> https://tinyurl.com/primo-libro )

Ci sono molti passaggi di questo libro a mio avviso illuminanti, ma questo è diventato il mio tatuaggio per la mente.

Cecilia Sardeo Podcast

Non importa cosa tu faccia, fallirai e perderai. Qualcuno potrebbe sabotarti e disprezzarti. E a quel punto? A quel punto la chiave è cambiare la tua definizione di successo: successo è la soddisfazione di sapere che hai dato il massimo, che hai fatto il meglio che potevi fare in quel momento.

Provare per un momento a lasciare andare ogni aspettativa di quale sarà il risultato, ogni aspettativa di riconoscimento esterno, semplicemente perché aver fatto il nostro lavoro al meglio, è sufficiente. Una vera liberazione!

Quando ci riusciamo davvero, non c’è ostacolo che possa fermarci.

La seconda delle 3 ”idee innovative” di oggi (che mi ha reso una vera fan di Ryan Holiday), è tratta dal suo secondo libro: L’Ostacolo è la Via. (lo trovi a questo link –> https://tinyurl.com/secondo-libro )

Libro minuscolo, si legge in un paio di giorni al massimo, ma porta con sé concetti che possono servirci ogni giorno (credimi, non esagero).

Il tatuaggio per la mente che ho tratto da questo libro si riassume in una parola: PROCESSO.

Quando devi fare qualcosa di complesso, non focalizzarti sulla complessità, piuttosto scomponilo in vari step e parti dal primo.

Fai solo quello, e fallo bene. E solo a quel punto prosegui con il successivo.

Segui il processo, invece del premio.

Se ci pensi, questa idea è la naturale prosecuzione del primo tatuaggio: quando smettiamo di preoccuparci della meta finale, e di quanto realizzati ci farà sentire raggiungerla, allora possiamo finalmente dedicarci a seguire con attenzione e serenità ogni passo del viaggio.

L’unico obiettivo diventa finire la singola cosa che stiamo facendo: sia una sessione di palestra o il capitolo di un libro che ti eri prefissato di leggere, o inviare un’email che continua a rimbalzare sulla tua lista di cose da fare.

Seguire il processo, non ci lascia altra scelta che proseguire a piccoli step.

A quel punto non è più questione di ”SE succederà”, è solo una questione di QUANDO.

Ok, ricapitoliamo sin qui: siamo partiti dall’importanza di lasciare andare ogni aspettativa, concentrandoci sulla nostra determinazione a dare il massimo, abbiamo proseguito con l’importanza di abbracciare il processo senza farci prendere dalla fretta di dover arrivare.

A questo punto ci serve la capacità di concentrarci sul processo.

Ecco perché, ultimo libro ma non meno importante, che farà tutta la differenza quest’anno è DEEP WORK di Cal Newport. (pensa che nel video ho sostituito la parola work con focus… talmente potenti sono stati gli effetti che ha avuto sulla mia concentrazione 🙂  (lo trovi a questo link –> https://tinyurl.com/terzo-libro )

Spero venga presto tradotto in italiano ma fino a quel momento, ecco il tatuaggio per la mente che ti invito ad imprimere bene qui, proprio qui:

Se ogni momento di noia, mentre aspetti un amico oppure sei in fila, è riempito con un’occhiata al tuo smartphone è molto probabile che la tua mente sia dipendente dalla distrazione. Significa che anche quando decidessi di concentrarti su qualcosa, senza interruzione, potresti scoprirti non più in grado di farlo.

L’impulso di dover rispondere a quel messaggio, o a quell’email, nel momento stesso in cui sentiamo o vediamo notifica, è distruttivo.

E’ comodo, perché più facile distrarci che finire quello che stavamo facendo, e ci fa sentire comunque impegnati perché non è che stiamo lì con le mani in mano, in mano c’è il telefono.

Giusto? Sbagliato!

La nostra capacità di concentrazione è un muscolo che va allenato!

E se ci abituiamo ad essere continuamente distratti, cercheremo la distrazione come diversivo anche quando dovremmo finire qualcosa di importante.

Per riprendere il controllo della nostra capacità di focalizzarci possiamo fare molte cose, ma una in particolare (che possiamo provare sin da subito) consiste nel resistere durante i momenti di noia ad afferrare il telefono per verificare che non sia accaduto nulla di importante negli ultimi 5 minuti dall’ultima volta che ce l’avevamo in mano.

Non sarà la soluzione a tutti i nostri problemi, ma è un ottimo inizio.

E l’inizio è tutto quello che ci serve per partire no?

Come sempre, arriva ora il momento più bello del video.

Condividi qui sotto quale di queste 3 idee innovative ti ha colpito di più e sei pronto ad abbracciare per vivere il tuo anno migliore. 

Idea numero 1) Trovare la piena soddisfazione semplicemente nel dare il TUO massimo senza aspettative.

Idea numero 2) Seguire il processo invece del premio e fare bene ogni piccolo passo.

Idea numero 3) Allenare il muscolo della concentrazione soprattutto nei momenti di noia.

Ti aspetto nei commenti qui sotto.👇👇👇

Se vuoi proporre altre idee innovative tratte da un libro che hai letto di recente, fatti sentire e condividila qui sotto insieme a tutta la tribù.😉

Ti aspetto,

Ceci xx

P.S. Se questo video ti è piaciuto, e ha voglia di approfondire la conversazione, mi trovi ogni giorno in queste due fantastiche Tribù:

La Svolta School: la prima scuola di crescita personale in Italia (clicca qui)

Biz-Academy: la nuova Academy italiana tutta al femminile per crescere il tuo business sul web in modo autentico e proficuo, senza sacrificare la tua libertà (clicca qui)

 

cecilia sardeo firma nome

21 commenti su “3 Libri da Leggere Quest’Anno 📚”

    • Ciao Fede, sì ho avuto un lapsus talmente questo libro mi ha aiutata a migliorare la mia concentrazione 😉 Grazie, ti auguro una splendida giornata! 🙂

      Rispondi
  1. Assolutamente vero!
    La paura di dover affrontare delle situazioni impegnative ci paralizza. Solo scomponendole e iniziando da un’azione, anche banale o piccola, si riescono a raggiungere degli obiettivi che sono inaspettati. Grazie. Ciao

    Rispondi
  2. Ciao, Cecilia. Buon fine settimana.
    Penso che mi soffermerò su due obiettivi su tre.Il terzo mi riesce più facile essendo un introverso.Comunque le aspettative in generale sono abbastanza deludenti. Quindi è importante , passo passo, perseguire obiettivi che uno per volta decidiamo. Naturalmente sono importanti anche le gratificazioni. Ma la cosa più importante è la consapevolezza di avercela messa tutta.Migliorare, certo. Ma importante è verificare che ciò che si è fatto lo si è fatto comunque bene.

    Rispondi
  3. Grazie per i suggerimenti letterari!!! Vorrei suggerire anch’io un libro che sto leggendo e che trovo molto interessante ed istruttivo in materia di crescita personale, si tratta di: “La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola” di Raphaelle Giordano, edizione Garzanti. Buona lettura!!!

    Rispondi
  4. Grazie per gli spunti di riflessione. Soprattutto il terzo mi sembra molto utile nella mia esperienza personale. Mi sono rimessa a studiare, dopo 15 anni dalla mia prima Laurea, e mi rendo conto che la mia concentrazione è un colabrodo, tutto a causa (a mio avviso) dalla generalizzata dipendenza da smartPhone.

    Un libro appena letto che ha cambiato la mia prospettiva è: “O la borsa o la vita “, del quale, tra gli altri, mi ha colpito il concetto che ogni volta che acquistiamo un bene stiamo barattandolo con tempo della nostra vita impiegato a guadagnare i soldi per comprarlo. Una prospettiva diversa di approcciare guadagno, lavoro, risparmio, tempo vitale.
    Grazie degli stimoli!

    Rispondi
  5. Ho letto molti libri ..avventura..storici di filosofia ma un libro mi e’ rimasto impresso..”la solitudine de numeri primi” di paolo giordano..la storia di un ragazzo ed una ragazza. A mio parere geni ma molto problematici..sembravano amarsi ma di un amore fraterno..ogniuno poi seguira’ la sua strada…secondo me’ un libro da leggere…
    ..

    Rispondi

Lascia un commento