Sei nuovo?
Clicca qui.

Sei sempre a corto di tempo e vuoi scoprire come organizzare la giornata per lasciarne un po’ di libero tutto per te?

Se la risposta è sì, questo articolo fa al caso tuo.

E non lo dico così per dire eh, ma perché l’ho testato sulla mia pelle!

Mentre preparavo l’uscita di Biz Academy, la nuova business academy dedicata alle donne che vogliono far crescere il proprio progetto imprenditoriale in rete, ci sono stati momenti in cui ho pensato non ce l’avrei mai fatta a portare a termine tutto quello che avevo in agenda.

Cecilia Sardeo Podcast

Non riuscivo più a capire come organizzare la giornata al meglio per far fronte a questo enorme impegno e a tutta una serie di altre cose che, ovviamente, non potevo smettere di fare.

Un paio di accorgimenti, però, mi hanno davvero aiutata a mantenermi sul pezzo e produttiva ogni singolo giorno.

Come Organizzare la Giornata ed Essere Più Produttivi – 6 Regole d’Oro

1.Svegliati prestissssimo

Svegliarsi presto al mattino non è facile neanche per una mattiniera come me, che alle 22:15 esatte di sera ha la palpebra in calo netto.

Riuscirci diventa molto più facile quando ci provi una volta…

…una volta soltanto… e comprendi all’improvviso il valore che davvero ha quel tempo dedicato a te, prima che tutto il mondo si svegli per reclamare la tua attenzione.

Puoi fidarti quando dico che questa prima regola su come organizzare la giornata avrà risvolti positivi immediati sulla tua produttività, sulla tua efficienza e in generale sulla tua vita, non scherzo!

Di solito, quello che faccio in questa prima parte della giornata, dopo i miei rituali mattutini che possono coinvolgere lo yoga e la meditazione, riguarda proprio il progetto che è più importante per me in quel momento.

Quel progetto che se non faccio prima che tutto il mondo si svegli e cominci a chiamarmi, a whatsapparmi, a mandarmi mail, non sarà mai finito e rimarrà per sempre a sorridermi sulla carta.

Si può trattare di quell’e-book che devi scrivere o quel business plan che devi terminare, o quel progetto part time che stai cercando di portare avanti, ma che non trovi mai il tempo per concludere.

🇬🇧

Oppure potrebbe essere che vuoi imparare l’inglese. In questo caso il Ceci Weekly che trovi qui fa proprio al caso tuo! 

2.Programma 2 blocchi di tempo per organizzare la giornata al meglio

Se ti stai chiedendo come organizzare la giornata quando tutto il mondo è lì che ti aspetta per interromperti… questo punto è dedicato proprio a te.

La seconda abitudine che ho scelto di adottare è infatti quella di programmarmi almeno due blocchi di tempo ininterrotti al giorno da dedicare al lavoro.

😛

Sia che tu lavori online, da casa (in questo caso ti consiglio di dare un’occhiata a questo Ceci Weekly), dal bagno  , oppure in ufficio, le interruzioni sono all’ordine del giorno.

Whatsapp, le e-mail, le chiamate, per non parlare dei colleghi: ti chiedono gentilmente due minuti del tuo tempo e poi se ne prendono 20…

Certo, c’è un momento per fare anche questo, però quel momento non sono quei due blocchi ininterrotti di tempo che ti sei dato per portare avanti le cose che devi fare e su cui ti devi concentrare senza interruzioni.

Il consiglio da tenere in mente è questo: se continui a lasciare che altri decidano per te come disporre del tuo tempo, continuerai a zampettare da una cosa all’altra.

E così facendo non riuscirai a portare a termine nulla a fine giornata!

Pur trovandoti del tutto esausto, perché lo sforzo che fai per passare da una cosa, una persona o un messaggio all’altro, è notevole.

Le interruzioni durante quei blocchi interrotti di tempo non sono accettate.

Durante quei periodi di tempo, ti consiglio pertanto di non rispondere al telefono, non leggere i messaggini e non esistere per nessuno (salvo se suonasse l’allarme antincendio ovviamente…).

3.Movimento!

🍑

La terza cosa che mi aiuta quando devo avere un pochino più di energia o mantenermi più efficiente del solito è trovare il tempo per muovere il sederino  e metterlo in calendario.

Lo so, lo so… non piace a nessuno, a parte qualche rarissima eccezione (chissà se sono degli alieni).

Però è innegabile che dopo esserci allenati, facendo qualcosa che naturalmente ci piace o possibilmente non ci dispiace, ci sentiamo pieni di energia e pronti ad affrontare impegni di lavoro con una marcia in più.

Il trucco è trovare l’attività che ti piace e che ti consente di rilasciare le endorfine che ti daranno carica ed energia per proseguire il resto della nostra giornata.

Ad esempio, ho provato a correre ed è una cosa che non mi piace per niente, mi annoio da morire, con musica, senza musica, ascoltando gli audiolibri: non mi piace e me ne sono fatta una ragione.

Nel mio mondo, l’equilibrio perfetto è rappresentato dall’integrazione fra yoga ed allenamenti ad alta intensità… e una volta trovato l’equilibrio chi lo lascia più!

E se stai ancora cercando l’attività che fa per te, non arrenderti al primo tentativo.

Prova un paio di volte per vedere se davvero quel tipo di movimento non ti piace perché non sei abituato a farlo, o non ti piace perché effettivamente ti stimola di più fare qualcos’altro.

Se non sai da dove partire ti consiglio di utilizzare l’applicazione mindbodyonline.com

In realtà c’è anche l’applicazione che si chiama Mindbody, che ti consente di trovare la maggior parte delle attività sportive dallo yoga al pilates, alla palestra più vicine geograficamente a te e ti consente anche di aggiungere l’attività in calendario una volta che prenoti.

😉

E se non funziona questo, davvero non so cosa potrebbe funzionare. 

4.Uno alla volta!

Come organizzare la giornata quando hai un “progettone” da portare avanti?

La quarta cosa che mi aiuta, soprattutto quando mi sto dedicando un progetto impegnativo, è quella di dedicarmi SOLO a quello.

No, non significa che non faccio altro.

Di solito, quando abbiamo i nostri progetti che portiamo avanti, c’è un entusiasmo pazzesco in ballo e, ovviamente, sopravvalutiamo tutto quello che possiamo fare nel corso della settimana.

Mettiamo troppa carne al fuoco e ci diciamo: “Beh, mi dedico a questo grosso progetto, però ci sarebbe anche quello che potrei cominciare a fare… ah sì, poi c’era quell’altra cosa con cui vorrei portarmi avanti…”.

No! Una sola cosa alla volta.

Un solo grosso progetto alla volta.

E se è un progetto impegnativo, accetta il fatto che ci vorranno diverse settimane, a volte mesi, per finirlo.

L’importante è che non metti troppa carne al fuoco in contemporanea perché questo è proprio il miglior modo per non finire nulla o per fare tutto male.

5.Liste mirate

Altra cosa che mi aiuta a capire come organizzare la giornata quando sono ultra impegnata è fare una to-do list che non sia più lunga di 6 cose.

Parlo ovviamente dei compiti principali, non di tutto quello che devo fare nel corso di una giornata.

Questo è un suggerimento che mi è arrivato da qualcuno molto più qualificato di me sull’argomento, che mi ha fatto notare questo:

Ogni volta che la nostra lista di cose da fare supera le 6 cose, la tendenza è quella di fare prima le più piccole, che richiedono magari meno tempo — perché non vediamo l’ora di fare una bella riga sopra quelle fatte, in maniera tale da vedere la lista che si accorcia.

Il numero 6 è un numero, se vogliamo convenzionale, indicativo.

😉

Però  questo numero ci aiuta a fare il grosso delle cose che dobbiamo portare avanti senza perderci in quisquilie, che magari aggiungiamo nella nostra lista soltanto perché così possiamo vederla accorciarsi più velocemente. 

6.Pensaci la sera prima

Ultima, ma non meno importante tra le abitudini che mi aiutano a tenermi efficiente e concentrata: il pensare alle mie 6 cose del giorno successivo la sera prima.

Ti dico la verità: è un’abitudine che ho fatto un pochino di fatica ad integrare nella mia quotidianità, perché ovviamente la tendenza è dire: “Una volta che la giornata è finita, è finita, ci penserò domani… “

Ma ti assicuro che pensare già la sera prima a quello che devi fare domani, almeno in linea di massima, ti aiuta non solo a dormire meglio e non avere quei pensieri che ti arrivano giusto giusto quando sei sul punto di addormentarti, ma anche a svegliarti con molta più calma.

E ora tocca a te!

Se questo post ti è piaciuto, prima di diventare un mostro di produttività, lasciami un commento qui sotto.

In particolar modo raccontami: hai altri suggerimenti che magari funzionano per te, per mantenerti efficiente e produttivo?

Noi come sempre ci vediamo al prossimo Ceci Weekly!

💋

P.S. Se il tuo obiettivo è costruire un business di successo sul web ti invito a scoprire  Biz Academy, la nuova Business Academy tutta al femminile per crescere un business in cui credi in modo autentico e proficuo, senza sacrificare la tua libertà. Ti aspetto qui.

cecilia sardeo firma nome

24 commenti su “Come Organizzare la Giornata e Avere più Tempo per Te ⏰”

  1. Interessante le lista dei task compilata a fine serata. Lo faccio saltuariamente, e penso che bisogna cogliere quel momento, prima di andare a letto, in cui i nostri riflessi sono ancora pro-attivi.

    Rispondi
  2. Hai proprio ragione Cecilia infatti occorre mettere in fila le cose che ogniuno di noi deve fare appena si è svegliati senza essere disturbati da nessuno per mettere in fila le cose che poi si andrannno a fare. Baci Cecilia!!!!

    Rispondi
  3. Sarà che sono cose che ho già sentito e letto tante volte ma come le esponi tu mi vien voglia di iniziare subito a implementarle. Grazie davvero! La tua energia e la tua solarità sono un nettare. Smack!

    Rispondi
  4. Grazie Ceci,
    per me sarà davvero moooolto difficile svegliarmi all’alba e pure muovere il sederino xD
    Sul resto posso impegnarmi fin da subito e chissà che nella mia to do list di domani (o dopodomani) non ci siano proprio i primi due punti 😀

    Rispondi
  5. Spesso ci si perde nel rincorrere il tempo come se rincorrendolo poi ci restituisse qualche minuto in più.. e invece no.
    Troppa carne al fuoco non va! complimenti per il tuo articolo sempre molto chiaro ed esaustivo Cecilia..

    Rispondi
  6. Grazie! Sono pochi giorni che provo a svegliarmi presto. In realtà quello che ho fatto in quel tempo è stato molto utile e mi ha dato una bella carica positiva. Oggi però, non ce l’ho fatta. Una Delle mie figlie si è svegliata con la tosse insieme a me… Mi sono sentita più irascibile e meno centrata in generale. Spero di recuperare

    Rispondi
  7. Bene il secondo punto non è possibile per chi fa un lavoro al pubblico…altro che non lasciare che siano glia altri a decidere per te…i nostri clienti “decidono” pure se è il caso che tu vada al bagno oppure no 😂😂😂

    Rispondi
  8. Anche lo svegliarsi all’alba dipende dalle cose che devi fare prima di andare al lavoro… io mi sveglio alle 6 ed alle 7.40 esco di casa e, nel mentre, faccio un sacco di cose!

    Rispondi

Lascia un commento