Sei nuovo?
Clicca qui.

”Non voglio ricominciare da capo!”

Ti sei mai sentito così?

Come se ricominciare ora – con una nuova relazione, un nuovo lavoro, una nuova città o un nuovo gruppo di amici – mandasse all’aria tutto il lavoro e gli sforzi fatti fino ad oggi?

E così ti trascini… e aspetti qualche altro giorno, settimana, mese… anno…

Cecilia Sardeo Podcast

Il problema è che più aspetti, più diventa difficile!

Se dentro di te senti che è arrivato il momento di ricominciare… ma la paura ti sta bloccando, guarda questo Ceci Weekly S-U-B-I-T-O!

E poi, come sempre, ti aspetto nei commenti qui sotto per scoprire quale sarà il primissimo passo che puoi dare OGGI per superare la paura di ricominciare da zero ed abbracciare il cambiamento.

Perché se c’è una certezza, una costante nelle nostre vite è proprio questa: l’evoluzione continua.

E allora…non ci resta che abbracciarla!

cecilia sardeo firma nome

71 commenti su “Come Ricominciare da Capo”

  1. Sto ripartendo da zero dopo un lutto.riorganizzo poco x volta la mia vita , nn più con un “noi” ma con un “io”.Dalle cose più pratiche ad una nuova centratura della mia vita.grazie x tt i consigli ricevuti finora.

    Rispondi
    • Grazie per aver scelto con coraggio di ricominciare da zero, consapevole della nuova centratura che vuoi raggiungere. Siamo con te, Laura 🙏

      Rispondi
  2. Sto cercando una casa da comprare perché ho assolutamente bisogno di un posto che sia il mio… la paura c’è e si fa sentire! Però non mollo, insisto nella ricerca..

    Rispondi
  3. Vorrei partire da zero trasferendomi in Thailandia è il mio sogno.
    Ho già preso informazioni sul costo di un volo e alloggio a Pattaya per una vacanza perlustrativa è sto già mettendo dei soldi da parte.
    Grazie per questi bei consigli che ci dai.
    Un abbraccio Alessandro.

    Rispondi
  4. Sarebbe comunque bello poter SEMPRE ripartire da zero….
    perchè significherebbe che anche se tutto ti va storto, puoi recuperare.
    Invece non sempre è possibile, e faccio un esempio.
    Per ripartire da zero bisogna sapere cosa fare..ipotizziamo che tu abbia subito un furto di cose, oggetti cari…come riaverli?

    tu Ceci, sapresti dire cosa fare?
    Io francamente proprio non saprei…..

    Rispondi
    • Ciao Elisa, credo che ci saranno sempre situazioni nella nostra vita in cui dobbiamo iniziare da capo anche senza ciò [o chi] vorremmo con noi. Questi sono i casi in cui siamo forzati ad un nuovo inizio. Quello che mi aiuta in questi casi è cercare un motivo per cui posso essere grata di quell’avvenimento. Anche se ho perso qualcosa che mi stavo molto a cuore. Cosa posso imparare? Come posso crescere con questo? Anche se fa male e non vorrei fosse così…qual è il dono che ho ricevuto attraverso questa situazione? Spero che queste domande possano esserti utili 💖

      Rispondi
  5. Dio ti Benedica!!

    Porio ora sto uscendo, mi hai dato lo slancio <3 ….Finalmente….e andrò a ricominciare incontrando questi nuovi gruppi performativi…e capirò che posso fare con loro e loro con me…la meta è ricominicare! il primo piccolo passo è essere presente all'evento. dunque uscire di casa sentirsi all'altezza della situazione e delle aspettative di tutti, ma proprio TUTTI. Essere catartico per gli altri, che anelano la mia energia e il mio potenziale, e anche per me <3

    dai che sto già in ritardo!!! ^__^ una preglierina please!!

    Rispondi
  6. @Elisa: io credo che si debba cominciare proprio dal lasciarle andare quelle cose… Volerle riavere indietro di per sé presuppone un attaccamento al passato, ricominciare da zero invece vuol dire proprio ripartire lasciandosi quegli oggetti cari alle spalle, perché, per quanto possano essere stati preziosi, ormai fanno parte del passato.

    Rispondi
  7. Sto ripartendo con un nuovo lavoro e sulla scia del cambiamento vorrei dare una svolta al mio peso corporeo lasciando andare definitivamente la mia zavorra. Il consiglio del SOLO PER OGGI è fortissimo. Grazie Ceci

    Rispondi
  8. Ciao Ceci,
    il tuo video mi è capitato proprio nel momento giusto. Sto affrontando quello che forse sarà il cambiamento più grande della mia vita (almeno fino ad ora). Io e mio marito abbilp due splendidi bambini e due cagnolini che sono i nostri altri due figli. È un periodo però in cui il lavoro scarseggia, dobbiamo abbandonare la casa in cui viviamo e non abbiamo l’aiuto di nessuna delle nostre famiglie. Abbiamo deciso di provare a trasferirci a Leicester dove ho dei cugini che potrebbero ospitarci. La difficoltà, però, sta nel riuscire a mettere i soldi da parte per tempo, perché a luglio dovremmo lasciare casa. Mi sento davvero giu in questo momento così particolare, ma dal tuo video voglio prendere ciò che mi potrà essere utile. Metterò in pratica i tuoi conigli e spero di sbloccare questa situazione. Grazie di cuore per quello che fai. Mi piacerebbe poter avere accanto a me una persona come te, o poterlo diventare io stessa. ❤️

    Rispondi
    • Claudia, grazie a te per aver scelto di aprirti con così tanto coraggio qui con noi. Spero che questi consigli possano esserti utile in un momento di grande trasformazione. Un grande abbraccio di luce ✨

      Rispondi
  9. Cecilia per fortuna esisti!!!!
    Non credo alle coincidenze…e tu arrivi sempre al momento giusto!
    Io in questo periodo sono all’estero con la famiglia e stiamo cercando di costruire il ns futuro in un paese straniero.
    La difficoltà per me è che non conoscendo la lingua inglese, sto andando a scuola per impararla. Ai primi tempi ero entusiasta ma ora mi manca troppo lavorare e la mia indipendenza… Quindi in questo periodo passare le mie giornate a studiare non è proprio il mio massimo. Inoltre, siccome per carattere cerco di fare tutto sempre al meglio, questo mi stressa e mi fa sentire in un mondo non mio.
    Cosa posso fare per ritrovare la carica per studiare? Lo so che se non imparo la lingua non trovo un lavoro. Non essendo poi giovanissima, mi sconforta dover ‘tornare a scuola’.
    Quindi oggi grazie per il tuo ennesimo buon consiglio, per oggi aspetterò che questo disagio passi, accettando che c’è!
    Alla prossima!
    Carla

    Rispondi
  10. Ciao Ceci. Quando ero senza meta, parlo più di 10 anni fa, non capivo il vero valore della vita ed ero pieno di paure e stress. Oggi dopo il mio percorso e continuando il mio percorso, perchè non mi sento arrivato, ho un grande valore della vita e credo che abbia un valore inestimabile e questo mi fa vivere nel quì e ora e muoio e rinasco ogni giorno, così tutte le paure e gli stress sono svaniti. Ricomincio ogni giorno e muoio la sera quando vado a dormire e questo è fantastico, perchè ogni giorno lo vivo come se fosse l’ultimo, facendo tutto con serenità e l’energia è sempre al top…credo che ognuno debba andare verso questa direzione, ma ognuno è padrone della propria vita e debba fare ciò che vuole, se vivere o morire sia dentro che fuori definitivamente…il mio umile pensiero e percorso di vita…Ciao Ceci e grazie! 🙂 <3

    Rispondi
  11. Molte volte ho desiderato ripartire da zero nella mia vita, pensavo solo alla novità di ciò che sarebbe avvenuto, immaginavo che i miei sogni si sarebbero realizzati, e visto così, il cambiamento da entusiasmo, fantasia, coraggio e vita.
    Capita spesso che il futuro diventando realtà presente delude, e allora che si fa?
    Inoltre come si fa a impostare il cambiamento in modo che davvero porti a cambiare la tua vita in meglio? Come si fa a scegliere il biglietto giusto per il viaggio?

    Rispondi
    • Ciao Federico. Qui hai toccato un tema molto delicato, che però è centrale in qualsiasi cammino di crescita personale. Come possiamo dare una direzione al nostro futuro senza però sentirci attaccati ai risultati e obiettivi che desideriamo raggiungere? Ciò che delude sono le ASPETTATIVE. Non ho la chiave per questo, sto cercando di trovare anch’io l’equilibrio tra decidere la mia direzione sapendo che…le cose possono non andare come io desidero, anche se sto dando il mio 100%. Qui entra in gioco la gratitudine, SEMPRE, per la situazione in cui mi trovo e quello che possa imparare. Anche se è una situazione diversa da ciò che avrei voluto. Riguardo alla tua seconda domanda…ti vorrei rispondere con il video del mio grande mentore, amico e business partner, Vishen Lakhiani: 1. https://www.facebook.com/omnama.meditazione/videos/1405420816192072/ e 2. https://www.facebook.com/omnama.meditazione/videos/1221934377874051/

      Rispondi
  12. Ogni giorno è un giorno nuovo. Ogni giorno riparto da zero. Ciò che ho dovuto lasciare incompleto ieri, oggi lo riprendo come una nuova sfida, condito sempre con nuove idee e nuovi spunti. È la magia della vita: ogni giorno si nasce per un nuovo giorno.
    Abrazos
    Tony

    Rispondi
  13. Sto ripartendo da zero dopo aver capito che i miei problemi di salute sono legati al malessere interiore. Lavorando introspettivamente sento che ogni giorno vado migliorando.
    Ogni tanto sento ancora qualche acciacco e da li mi pongo la domanda: cosa sto facendo/pensando che mi provoca dolore?

    Certo che è davvero difficile lasciare andare tutto: preoccupazioni, insicurezze, regole del cavolo…ma ne vale davvero la pena!

    Rispondi
  14. Ciao Cecilia, ho perso il lavoro 1 anno e mezzo fa, da allora ho accettato di lavorare con persone che non mi trattano bene, ma le difficoltà economiche non mi permettono di stare senza lavoro. Da un anno a questa parte il mio corpo “sta male” ma non riesco a trovare il modo di venirne fuori … sto provando a ad affrontare un giorno per volta ma ancora non basta !

    Rispondi
  15. Eh, io tendo a concentrare la mia attenzione ed energia su più cose contemporaneamente, sprecando così risorse importanti. Voglio ripartire da zero facendo una scelta alla volta e portandola fino in fondo……. massimo due scelte.

    Rispondi
  16. Vorrei anch’io ripartire da zero. Ma mi manca la determinazione e l’entusiasmo …devo combattere le mie paure e poi alla fine non ho più energie per seguire miei sogni.grazie cmq per l’aiuto ,il sostegno che ho trovato nelle tue parole.

    Rispondi
  17. Voglio iniziare da zero nel lavoro, adesso sono disoccupata ma prossimamente entrerò a lavorare in un importante studio medico, un nuovo entusiasmante inizio!!!

    Rispondi
  18. Ciao. Per me il ricominciare da capo deriva da un qualcosa di un po’diverso. Soffro di depressione dall’eta’ di 19 anni e attualmente ne ho 29. Ho avuto anch anni in cui sono stato bene e ho fatto tantissime cose. Adesso ci sono ricascato da qualche mese. Il mio ricominciare da capo sarebbe riprender e carcar le cure, tornar in italia per un po’, (e’da anni che vivo e lavoro all’estero in diversi paesi) e poi provare a ripartire quasi zero. Questo al momento mi spaventa tantissimo anche a causa della malattia che mi fa veder tutto nero.
    Un saluto.

    Rispondi
  19. Mio malgrado sono rimasta dal 2015 senza lavoro… È molto difficile visto che ho 2 figli a carico senza alcun reddito… Non ho neanche idea da dove iniziare… Finito da poco anche una relazione andata malissimo…

    Rispondi
  20. dal detto popolare “chi si ferma è perduto “dovremmo trarre conclusioni adeguate.Non c’è eta ,situazioni che possano giustificare immobilismo. La vita è una continua evoluzione.Va guidata non “fermata”.

    Rispondi
  21. Ceci, grazie per i tuoi preziosi consigli.
    Io sono 3 anni che temporeggio, e tre anni sono tanti.
    Dopo una convivenza di 5 anni io e quello che oramai è il mio ex ci siamo lasciati, portandoci dietro delusioni e dolori. Lui poi é andato avanti, io invece sono rimasta come paralizzata. Per quanto ora io abbia un’altra relazione con una persona meravigliosa che amo molto, non riesco a staccarmi dal passato, a lasciarlo alle mie spalle, a lasciarlo andare. Avrei voluto subito, quando mi sono lasciata, cambiare città e lavoro, ricominciare, ma mi sono bloccata, paralizzata dalla paura.
    Il ragazzo con cui sto ora vive in un’altra città, ma io non riesco a fare il salto, sono immobile suo ciglio di un precipizio. Il tempo passa e io resto li, ferma ad aspettare quel coraggio. Ho paura di cadere e farmi male, lasciare delle sicurezze che ho qua per paura di non trovarne, eppure questa vita mi sta stretta, ci sto male. Non mu valorizza in niente, nemmeno nel mio lavoro sono valorizzata.
    Ora cercherò di seguire i tuoi consigli, ho voglia di ricominciare, di respirare nuova energia.
    Grazie Ceci, spero di farcela

    Rispondi
    • Vale, dalle tue parole leggo che hai centrato l’obiettivo: riconoscere che non ti trovi a tuo agio nei panni che stai vestendo.
      Il salto verso l’ignoto è difficile, ma sei già sulla buona strada per dare il via al cambiamento, lo dimostrano le tue parole.
      Ti sono vicina e in bocca al lupo per le tue scelte di vita 🙂

      Rispondi
    • Cristiana so che i contratti sono un argomento spinoso in Italia ma puoi provare a inviare curriculum ben scritti e interessanti per chi legge o seguire dei corsi per specializzarti in una certa area del tuo lavoro, non è mai troppo tardi 🙂
      Un grande abbraccio di luce 🙂

      Rispondi
  22. Io dopo ben 20 splendidi anni di vita passati in Friuli, ho dovuto cambiare città. .., ma il mio cuore è rimasto lì : con i miei amici, i miei inquilini, il mio gattone che è scomparso li e gli splendidi panorami uniti alla gente, difficilissimo riprendere a 53 anni quando pensavi di essere giunta a ciò che ti piaceva…
    Moooolto difficile.

    Rispondi
  23. Io invece, devo darmi la forza interiore di ricominciare, scrivo questo perché mi aiuta a liberarmi a riprendere in mano la mia vita ed il mio percorso personale. Devo lasciare un uomo sbagliato, l’ennesimo, devo trovare un lavoro e una casa, devo ritrovare la mia voglia di vivere e di sorridere ma tutto questo lo devo fare in una città che non è la mia è senza il sostegno di nessuno. Ho 46 anni, sono molto fiduciosa e direi ottimista…. Incrociamo le dita 😅

    Rispondi
    • Beh Paola, quella che mi racconti è una storia di rinascita e io sono felice per te. Perché hai capito che è tempo di svoltare e perché lo stai facendo con il sorriso sulle labbra. Ti sono vicina.
      Ceci xx

      Rispondi
  24. Anch’io devo ricominciare. Perché mio marito ha deciso che ora per lui è meglio stare solo. Quindi…io mi devo organizzare con un nuovo lavoro, una nuova casa, una nuova vita. Ma chissà, pur con la tristezza e la paura nel.cuore, quante meravigliose avventure mi attendono.

    Rispondi
    • Con questa visione Daniela non ti ferma nessuno, complimenti, sei super positiva e saprai aprirti nuove, splendide porte nel futuro. Ti mando un grande abbraccio di luce 🙂

      Rispondi
  25. Resilienza è la parola da tenere di conto quando si deve ricominciare da 0, vedere qualcosa di buono anche dove di buono nessuno vede niente.Non só perchè ma più diventa forte questa parola nella mia testa e più elimino persone dalla mia vita e di nuove nn ne entra.

    Rispondi
    • Ciao Gia, penso sia naturale circondarsi di persone positive, tagliando i rapporti con quelle tossiche che ci rubano tempo ed energia. Un abbraccio di luce 🙂

      Rispondi
  26. Resilienza è una parola fondamentale da far diventare parte della propria esistenza.Riuscire a vedere del buono anche dove nessuno ne vede.Problema…Da quando ho questa parola si è installata
    nella mia testa ho cancellato dalla mia vita molte persone e, purtroppo , di nuove non ne sono più entrate…. Finiró per scavalcare ogni ostacolo ma rimarró da solo,che a me,
    sembra la cosa che funziona meglio

    Rispondi
  27. Ho 34 anni e sono uscita da una relazione durata più di 14 anni, non per mia volontà ed in maniera molto brutta. È finita da due mesi, ovviamente sto ancora male e ne sento la mancanza, se provo ad analizzarmi capisco che alla fine però probabilmente non ci stavo bene neppure io, ma non avrei trovato il coraggio di chiuderla, quindi a volte penso che l’evento negativo sia stato in fondo positivo. Solo a volte però perché poi fare i conti con la realtà è un’altra cosa, problemi economici e perdita totale della mia autostima. Cerco di fare piccoli passi ma a volte mi sembra che non servano a niente e non riesco ad immaginare la mia vita di qui ad un anno. Ho paura, paura di non farcela, di restare sola.

    Rispondi
  28. Finita una relazione, dopo aver fatto solo grossi progetti, non pensavo potesse capitare anche a me cose viste agli altri. So che è una piccolezza rispetto alle tragedie che succedono ogni giorno, ma la mia testa sta perdendo la battaglia con il cuore. Ogni giorno cerco qualcosa di felice che mi ridia voglia di vivere,per ora non la vedo facile.
    Ho spesso visto e condiviso i tuoi pensieri, ma come si fa quando si ha la vista annebbiata ?

    Rispondi
    • Ci si ferma un attimo Michele, e si riprende fiato. Io farei così e mi prenderei il tempo per recuperare le energie, praticando attività che mi fanno stare bene ma con la consapevolezza che si tratta di un periodo difficile. Poi arriva il tempo di ripartire, ma tutto è più facile se la mente, come dici tu, non è annebbiata e confusa. Ti abbraccio forte 🙂

      Rispondi
  29. Ciao sono due anni che accarezzo l’idea di tornare sui libri…e prendere la tanto sospirata laurea…musicoterapia..bello ho 56 anni e voglia di riuscire..premetto che ho un lavoro
    …ma ho voglia di crescere…domattina si parte con l’iscrizione…in bocca al lupo a me!

    Rispondi
  30. Per paura di ricominciare ci ho messo trent’anni. Niente lavoro. Ora so che e’il momento giusto, anche se ancora non ho un lavoro. Ma sto avviando il cambiamento. Basta paure.

    Rispondi
  31. Il problema è quando ripartire da zero non dipende da te! Nonostante la forza di volontà a volte sono le condizioni intorno a noi che ce lo impediscono! Viviamo in un paese ancora troppo maschilista ed il lavoro per le donne scarseggia sempre di più.

    Rispondi
    • Ciao Brina, sono d’accordo con te, le difficoltà sono molte, soprattutto per le donne in ambito professionale. Ma sono altrettanto convinta che se la nostra volontà è ferma, prima o poi i risultati arrivano. Ti abbraccio 🤗

      Rispondi
  32. La nuova direzione aziendale mi ha spostato da un ramo molto creativo a cui mi sentivo portato e gratrificato ad uno molto calcolatore per nulla entusiasmante… mi è caduto il mondo addosso… fortunatamente sto trasformando il mio sfogo sportivo in nuova linfa lavorativa… ho frequentato cosi e fatto gare sportive che mi hanno ulteriormente stimolato nella direzione giusta.. propri oggi la mia prima lezione da personal trainer a un gruppo di persone… Mi sto re’inventando a 50 anni suonati … alcuni eventi oltre la degressione lavorativa mi hanno fatto mettere la 5a marcia.

    Rispondi
  33. Devo dire al mio compagno che so do tutto il male che mi fa, della sua doppia vita, sarò l’unica donna sulla terra che viene tradita con una moglie che si pensava fosse separata da lui… Ma ho paura di tutto, delle sue reazioni, del dopo, della solitudine. Ho 48 anni e una vita dove le relazioni interpersonali sono assenti.. Ho paura.

    Rispondi
    • Ahi Patrizia, la situazione è delicata. Posso consigliarti di parlarne con qualcuno di cui ti fidi prima di agire? Potresti affrontare tutto con più serenità e a mente fredda. Ti abbraccio forte. ❤️

      Rispondi
  34. Dopo una separazione e una brutta delusione sentimentale sto ricominciando a vivere..nuovo appartamento,nuove amicizie.Non e’ facile ma ci provo.

    Rispondi
  35. Hai proprio ragione Cecila , la paura spaventa e io cerco in tutti i modi di fare qualcosa per me stessa, cioè migliorarmi e questo mi da coraggio soprattutto nelle nuove imprese che devo compiere.Ti ringrazio ancora per i tuoi cosigli Cecilia!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento