Sono ancora una cintura bianca del non posso.

Quella del NO, resta per me una lingua difficile da imparare. Ho sempre il timore che chi è dall’altra parte si senta offeso, o smetta di apprezzarmi o peggio… mi consideri un’ingrata.

Certo da un lato è bellissimo accogliere a braccia aperte tutto quello che arriva. Ma abbiamo anche bisogno di tracciare dei confini per salvaguardare la nostra energia. E scegliere resta sempre un diritto a cui non vuoi rinunciare.

Mentre continuo ad imparare questa lingua, voglio condividere con te 3 cose che mi stanno aiutando a dire di sì solo a quello che conta per me.

Se anche tu vuoi diventare bilingue, allora vieni a trovarmi al minuto 01.14 per scoprire insieme come imparare a dire di no con grazia!

E poi, come sempre, diamo inizio alla parte più bella dell’episodio, condividendo con tutta la tribù nei commenti qui sotto:

A chi o a cosa scegli di dire no, per creare spazio per ciò che davvero conta?

Non vedo l’ora di leggere la tua intenzione, perché ricorda, c’è modo migliore di crescere che farlo insieme!

PS. Dire sì a tutto significa vivere secondo le aspettative altrui, piuttosto che secondo le nostre vere aspirazioni!

E come ho imparato da un maestro straordinario, Franco Nanetti,

“Quando dici sempre sì, tradisci te stesso. E se tradisci te stesso ti perdi definitivamente”.

Lui mi ha insegnato che il NO è una forma d’amore e che l’amore è LA forza che può cambiare ogni cosa, ma solo se compresa davvero e utilizzata nel modo giusto…ed è proprio di questo che parleremo, qui.