Sei nuovo?
Clicca qui.

Che cosa succederebbe se riuscissimo intenzionalmente a cambiare i pensieri che mandiamo alle altre persone?

Soprattutto in quelle circostanze dove vorremmo utilizzare epiteti di ogni tipo!

Quando attacchiamo qualcuno, verbalmente o mentalmente che sia, facciamo soltanto del male a noi stessi.

E allora, forse, è arrivato il momento di invertire il senso di marcia….

Cecilia Sardeo Podcast

Ora tocca a te!

Perchè ricorda che la parte più bella comincia qui sotto, nello spazio dedicato ai tuoi commenti 🙂  

cecilia sardeo firma nome

36 commenti su “Da Provare Subito per Stare Meglio!”

  1. Ciao,di recente è mancata mia mamma e senza farla troppo lunga e penosa questo ha scatenato le ire di mia sorella verso noi altri fratelli per ragioni di eredità che ognuno può immaginare. Io stavo malissimo perché non capivo la.ragione di tanto livore (odio direi proprio)nei miei confronti e stavo malissimo non dormivo pensavo continuamente a queste cose… avevo perso la serenità… poi ho trovato in casa the secret e mi ha cambiato la vita! Cercando notizie sulla legge di attrazione sono finita sul tuo sito e … anche tu mi hai cambiato la vita… è vero : I pensieri creano la realtà… ora mi rendo conto che i sentimenti di mia sorella sono radicati nella sua testa e nel suo cuore io non posso cambiarli ma loro non rovinano più la mia vita. Perché io creo i miei pensieri. Ogni giorno ringrazio l universo per la mia vita per il mio bambino e per il mio compagno e per il lavoro che abbiamo trovato dopo tanto tempo … e pian piano i cattivi pensieri si allontanano e perdono forza… grazie anche a te di essere arrivata quando più ne arrivata vedo bisogno…

    Rispondi
  2. Ciao! Accidenti questo video mi arriva proprio oggi! Ieri mi sono arrabbiata tantissimo con una collaboratrice con la quale siamo anche un pò amiche perché ha fatto una cosa, coinvolgendo persone (invece di parlarne con me) che mai avrei voluto fossero coinvolte perché va a toccare punti delicati in famiglia! E le ho scritto poi che ero arrabbiata (non potendola raggiungere telefonicamente) e più che brutta parole penso le sia arrivata tutta la carica emozionale che provavo dietro. Mi ero sentita manipolata, parola che ho cominciato da poco a riconoscere ed affrontare nella mia vita!… ma quell’arrabbiatura mi ha fatta stare tanto male. La collaboratrice partiva per cui non abbiamo potuto chiarire bene e naturalmente mi ha mandato un sms di risposta bello lungo per difendersi.
    Io sono confusa. La mia storia parla di svalutazione continua, fino ad avere sintomi importanti nel corpo.. ed ora che cerco di far valere le mie ragioni, beh mi ritrovo cosí, per niente bene

    Rispondi
  3. Scusa ma promuovi una scuola in italia, parli italiano , abiti in Sicilia , però stranamente mandi mail da “Bali” o firmando “mindvalley” le mail, come a voler far credere che risiedi all’estero ;

    Poi sei poco furba perché nelle mail dici “sto andando a Milano a radio xy per una intervista , seguitemi”

    Forse per non pagare le tasse ?

    Almeno fai i video in inglese in un capanno indiano

    Rispondi
    • Carissimo Max, la scuola di cui parli è digitale. Abito in Malesia da 7 anni, dove pago regolarmente le tasse. Mando un’email da Bali perchè qui mi trovo – ad Ubud per la precisione – fino a fine agosto. E mindvalley è l’azienda di cui sono socia, con sede a Kuala Lumpur. Ah, e sono nata a Treviso, in Sicilia non ho mai vissuto 😀 Forse sei solo un po’ confuso. Oh e prima che mi dimentichi, i video in inglese, li trovi tutti qui : https://www.youtube.com/channel/UCY_Ni7fUU06cUrFl1KpYhYQ

      Peace & Love <3

      PS L'intervista a radio 105, è stata a Milano, diversi mesi fa. Si perchè fortunatamente non siamo alberi. Possiamo spostarci!

      Rispondi
  4. Questi video mi arrivano sempre per farmi delle risposte di conferma a quello che io dentro so già . Sono eccezionali e mi danno anche la giusta carica X affrontare la giornata come deve essere affrontata : in modo positivo solare e sorridente . La gioia e la felicità sono uno stato dell’essere e leggerti aumenta ogni volta di più questa consapevolezza . Grazie !!!

    Rispondi
  5. Ciò che è stato oramai non posso più cambiarlo, ma posso cambiare ciò che è da quì in poi. Da oggi lascerò andare e smetterò di attaccare e far capire le mie ragioni a qualcuno che non vuole capire o non accetta suggerimenti, pensando di sapere tutto.
    Sono quì per crescere e non sono nessuno per attaccare o imporre per cercare di fare del bene, anche perchè alla fine si ritorce su di me.
    Siccome ho fatto passi da gigante, voglio continuare così e continuare a crescere, lasciando sempre più andare e fare fatti per me stesso, perchè ognuno è padrone della sua vita e ne può fare ciò che vuole.
    Io ho deciso di accrescere il mio essere e assorbire tutto ciò che è meglio per me da saggi e persone come te, che continuano a migliorare la propria vita.
    Ciao Ceci e grazie! 🙂

    Rispondi
  6. Esco da poco da una relazione durata 6 anni, dove vivevo e venivo condizionata dalla ex del mio compagno. Per tanti anni, ho cercato di non dare peso a tutti i suoi comportamenti poco rispettosi nei miei confronti ma piacevoli x il mio ex. In questo momento le nostre strade si sono divise, per mia scelta, perché ho alimentato dentro di me un malessere che lei mi creava e io lo coltivato, arrivando al punto di lasciare il mio ex. Non ho odio nei suoi confronti, non mi interessa, ma il mio ex vive ancora con lei e io ci sto’ ancora male, perché x diverso tempo lui diceva che io ero pazza e che le serviva solo x alcune cose avevano in comune. Sono una persona buona e non voglio cambiare, ma questa storia mi ha tolto molta sicurezza come donna.
    Grazie, Cecilia e sempre bello ascoltarti.
    Ola.

    Rispondi
  7. Stravero … mi è successo molte volte ed è già un po che pratico la strategia del cambiar pensiero ed è verissimo. Quando ho sentito il video mi sono commossa … grazie perché è proprio così che funziona. In questo modo ci risparmiamo un sacco di sofferenza assolutamente inutile.

    Rispondi
  8. Sarebbe utile cambiare i pensieri negativi nei confronti altrui, quante incomprensioni sparirebbero.E ‘un esercizio da praticare quotidianamente , deve diventare un abitudine.Pur sapendo che sono nostre proiezioni ci caschiamo sempre con effetto boomerang assicurato.grazie Cecilia

    Rispondi
  9. Grazie Cecilia della tua costanza nei miei confronti e hai maledettamente ragione!!! Io però nn riesco a rimanere calma quando vengo attaccata in modo violento e ripetutamente con una violenza fuori dal normale!!!Succede spesso con una persona della mia famiglia e ti giuro che ho avuto x ben 20 min un comportamento calmo e ho cercato di farla ragionare. .Ma poi lui ha avuto il sopravvento e nn sono riuscita a restare calma.baci

    Rispondi
  10. Dunque Cecilia, vorrei tanto mi aiutassi a superare l’astio che provo nei riguardi di mia madre. Sì, hai capito bene!
    Da ormai 27 anni sto con la compagna della mia vita, la quale “ha il torto” di essere di sesso femminile, proprio come me. Premetto che mia madre ha 80 anni e non pretendo che prenda di buon grado la mia scelta ma, dopo 27 anni di frequentazione in famiglia e 4 di convivenza, pensavo le fosse abbastanza chiara la mia situazione. Invece oggi esordisce dicendomi che secondo lei non ha molto senso che alla festa di laurea di mio nipote che si terrà a breve, mio fratello e mia cognata abbiano invitato anche Anna, cioè la mia compagna. Sinceramente la cosa mi ha alquanto ferita, poiché è palese che a mia madre non preme la mia felicità, bensì il giudizio altrui. Peccato però che lo sappiano tutti che stiamo insieme da una vita e che probabilmente è rimasta solo lei a non rendersi conto di questo consolidato rapporto.
    Premetto che tra me e lei non è mai corso buon sangue, che avrei sempre sognato una mamma amorevole e comprensiva invece che carabiniera e giudicante. Del resto, come naturale conseguenza, anche io non sono stata la figlia che avrebbe sempre desiderato, ma evidentemente dobbiamo entrambe passare per questa strada, visto che ci siamo scelte. Scusa tanto se mi sono dilungata (e ho tralasciato molti particolari per evitare facili vittimismi), ma vorrei mi aiutassi a capire come posso fare per non detestarla, perché ora è proprio questo sentimento che prevale in me.
    Grazie per tutto.
    Nadia

    Rispondi
    • Ciao Nadia, grazie per aver condiviso questa tua sfida personale. Vorrei tanto avere una risposta assoluta… quello che personalmente cerco di ricordarmi quando mi trovo in difficoltà a comprendere i miei genitori, è che stanno davvero facendo del loro meglio con gli strumenti che hanno a disposizione. Noi non possiamo cambiarli, ma possiamo accettare che quello che fanno, a prescindere da quali ci sembra ne siano le ragioni, non è mai fatto contro di noi intenzionalmente (anche se ci sembra sia così). Sono certa che la tua mamma sta facendo del suo meglio con gli strumenti che ha in mano in questo momento, per capire la ”nuova” situazione e assorbirla nel suo immaginario. Vero, forse, qualche vecchio schema si ripresenta senza che lei possa riuscire a controllarlo, ma credere che non lo faccia che a fin di quello che lei è convinta sia bene, può forse aiutare a rasserenarti un po’ 🙂

      Rispondi
  11. Grazie Cecilia, le tue parole sono delicate e consolatorie.
    Evidentemente in questa vita non mi sono “meritata” una mamma dolce e amorevole come lo stereotipo che ho nel mio immaginario.
    Non hai neppure trent’anni e sei già così saggia!
    Ti auguro una splendida giornata e continua a promulgare nel web le tue pillole di saggezza.
    Un abbraccio virtuale.
    Nadia

    Rispondi
  12. Ciao Cecilia,
    questo meccanismo mi capita spesso, soprattutto quando non mi sento fisicamente al massimo. L’altro giorno dovevo svolgere un lavoro abbastanza impegnativo e mio padre, in pensione, si è offerto di darmi una mano. Siamo andati e dopo un po non l’ho visto piu. Ho finito il lavoro da sola, pensando cose bruttissime nei suoi confronti. Quando sono tornata indietro, mi sono resa conto che aveva avuto un leggero malore. Mi sono sentita una brutta persona. Basta. Devo cambiare quest’atteggiamento, quest’abitudine. Grazie per l’esercizio di consapevolezza che ci hai proposto, ci mettero tutta me stessa. Un abbraccio.

    Rispondi
    • Spero che il tuo papi si senta molto meglio ora Maura! Non sentirti una brutta persona, hai solo pensato un’ipotesi poco costruttiva. Lo facciamo sempre tutti e l’allenamento dura una vita 🙂

      Rispondi
  13. Mi sta succedendo la stessa cosa. Una persona a cui tenevo non mi risponde più al telefono ed avevo iniziato a provare astio. Ora smetterò e rimproverò a chiamare. ti faro sapere.

    Rispondi
  14. Mi è successa una cosa simile tempo fa, chiamavo una persona al telefono o le mandai un messaggio ora non ricordo bene e non rispondeva ed io a giudicare male…poi invece si scusò e mi disse che aveva dei problemi con il telefono e io ops! 🙂
    La pazienza è la virtù dei forti eheheeheh

    Rispondi
  15. Ciao Ceci come sempre i tuoi video ci toccano nel profondo dei nostri pensieri con umiltà e sincerità a volte mi succede nel mio lavoro quando mi trovo a dover spiegare le cose alle persone che non capiscono niente e Tu continui a spiegargli con molta calma mentre però nella tua testa vorresti mandarli a quel paese e a volte rischiando pure che loro ti vedono come la solita persona razzista che c’è l’hai contro gli immigrati che vengono in Italia pretendono solo ma non vogliono imparare la nostra lingua è vero nella mia testa ci sono questi pensieri ma Io prima di tutto mi considero una professionista per quanto riguarda la mia posizione . Anche se a volte quando ormai anche il contare mentalmente prima di rispondere conto però ogni tanto sbottò e allora tutti i miei pensieri negativi glieli buttò addosso mandandoli a quel paese e dicendogli di ritornare con una persona che capisce la nostra lingua Tu ora mi dirai che è sbagliato che dovrei correggermi e lo so Io ce la sto mettendo tutta ma ha volte mi rendo conto che la mia rabbia che ho dentro di me perché vedo partire le persone a me care che per lavorare e cercare di crescere i loro figli con dignità sono costretti a lasciare la loro Terra i loro cari i loro ricordi per andare in altri Paesi a trovare lavoro quandoiinvece questi sono aiutati da tutti ed hanno anche da ridire vorrei migliorare il mio carattere e i miei sentimenti e nonostante seguo le lezioni. Della svolta school tutto questo è ancora un mio lato che ci dovrò molto lavorare scusami se mi sono molto divulgata ti mando un abbraccio di luce e un dolce inizio di questo avvento Baci a tutti voi che siete sempre lì presenti a darci ogni volta pillole di saggezza un abbraccio a tutta la Tribù 🌟🕯🕯🕯💡💡💡😘😘💖❤️

    Rispondi
  16. Ciao Cecilia volevo dirti che hai pienamente ragione, anche ame è capitato diverse volte di non riuscire ad esplicitare tutto il mio rancore verso una persona a me vicina e, quando la incotravo cercavo di evitarla senza affrontare mai il problema.Oppure come dicevi tu quando cercavo di affrontarla mi arrabbiavo con lei ma non riuscivo ad ottenere nulla in cambio. Ti rirgrazio per avermi fatto capire tutto ciò e che occorre avere molta pazienza.Un abbraccio da parte mia e grazie per i tuoi consigli Cecilia!!!!

    Rispondi
  17. Ciao Ceci ti ringrazio per questo video dove mi ci si calza perfettamente a quello che stavo vivendo fino a 20 minuti fa! Prima di vedere questo tuo video per ben 4 volte o +,volte.
    Si è capitato anche a me di conoscere una persona e trovarmi sulla stessa frequenza d’onda con lei. Poi all’improvviso non sono più riuscito a mettermi in contatto con lei senza saperne il perché è il percome, sparita dalla mia frequenza. Ed è proprio da quell’attimo che i miei pensieri hanno incominciato a prendere il largo dal mio controllo e prenderne forma pure. E che forme, da una parte mi chiedevo se era a causa mia che successe tutto ciò o se fosse stata Lei a sparire a causa mia (pensavo io) ormai mi stavo organizzando il mio funerale, finché mi arrivò una mail dove mi chiedeva perchè mi fossi arrabbiato con Lei… 😘😅
    Ecco dove mi stavano portando i miei
    pensieri: ad un funerale.
    Ed invece da quel giorno tutto ciò che di bello, buono, costruttivo e geniale io pensassi si avverava. E questo accadeva proprio dopo quel fatidico giorno che lasciai andare alcuni vecchi rosognetti pensieri negativi, (che ancora mi portavo nel cervelletto che io chiamo “topolino” quello dietro la capocchia,) tra l’altro pure pesanti. Non immagini, ma invece credo di sì, che bel regalo io abbia ricevuto oggi. Grazie infinite e ci vediamo, non ho ancora ben capito come funziona il tutto ma so che tra un corso e l’altro, o tra un Ceci Weekly e l’altro. E comunque sono aperto molto volentieri a suggerimenti se sto facendo la cosa giusta per me o che. Tenendo presente che oggi non ho più nessuna attività attiva e remunerativa, sul web e purtroppo non ho all’attivo nessun leader. Sono pulito così come sono.
    Comunque ancora aperto a nuove idee e
    Sempre aperto all’ascolto. Ciao Riccardo.

    Rispondi

Lascia un commento