Sei nuovo?
Clicca qui.

Hai presente quella sensazione di trovarti bloccato ad un bivio? 

Prendere una decisione non è mai facile.

Soprattutto quando, dopo aver soppesato tutti pro e i contro di ciascuna opzione, salta fuori che una ha sempre vantaggi che l’altra non ha, e viceversa (grande sorriso)

Ma esiste una domanda un po’ insolita da farti ogni volta che non sai quale direzione prendere e che ha il potere di darti chiarezza immediata sulla scelta migliore per te, in ogni momento.

Cecilia Sardeo Podcast

Scoprila in quest’episodio di Ceci Weekly <3

Ora è arrivato il tuo turno!

Pensa a una decisione che ti sta bloccando e scopri qual è la miglior direzione da prendere per te, oggi, chiedendoti:

Quale problema preferisco affrontare?

Non vedo l’ora di sapere se questa domanda ha avuto lo stesso potere anche per te!

Raccontami la tua risposta nei commenti qui sotto, perché non c’è modo migliore di crescere che farlo insieme <3

cecilia sardeo firma nome

63 commenti su “La Domanda da Farti Quando Non Riesci a Decidere”

  1. Credo che quando ci sono dei sentimenti, questa domanda non serva a niente!!!
    Appena mi sono svegliata ho letto la tua mail Cecilia, e sono due ore che mi faccio questa domanda……e così sono arrivata alla risposta…..
    Quando ci sono dei sentimenti anche se ti trovi un muro davanti e lasciare che l’amore faccia il suo corso xche se e vero amore vince , se nn lo e si dissolve nell’aria senza che tu faccia niente…….
    Buona giornata……

    Rispondi
    • Sicuramente i sentimenti complicano tutto… questo weekend una persona mi ha detto: ” Cecilia, più carichi qualcosa di forza emotiva, più ti blocchi. Continua a darle priorità, ma svuotata dell’importanza emotiva che le stai dando in questo momento.Ti sentirai come se invece che nuotare controcorrente, venissi trasportato dolcemente dal flusso.”

      Oggi ho seguito il suo consiglio prima di affrontare una chiamata mensile importante che tendevo sempre a riempire di carica emotiva. E devo dire che non mi sono mai sentita più sicura della direzione che stavo intraprendendo. Spero che questo spunto possa in qualche modo darti una mano a scegliere <3

      Rispondi
      • Io devo fare una scelta tra lasciare il mio fidanzato che(gli voglio bene, ci tengo ancora tanto a lui ma penso di non amarlo) e lasciare i miei affetti e paese per andare a vivere con un ragazzo che mi sono innamorata, ma abita dall altra parte dell Italia. Lui vorrebbe una famiglia con me, una vita con me, ma da lui. Io con lui mi trovo bene, anche con i suoi parenti e amici.. Ma so che mi mancherebbe gli affetti di casa mia. Ti dico già che lui non può trasferirsi su perché rinuncerebbe al suo lavoro a tempo indeterminato mentre io ancora non ho trovato lavoro…e non so se riesco a trovarlo da lui. Non so che scelta fare

        Rispondi
  2. a fronte della scelta di volermi trasferire al mare preferisco affrontare l’incognita di trovare un lavoro
    o preferisco restare e affrontare di vivere dove non mi appaga più ne il luogo ne il noiosissimo lavoro che non mi appartiene?

    Rispondi
      • Ciao ragazze,
        quando mi trovo davanti ad una scelta,immagino di essere davanti ad una dozzina di vaschette, tutte al cioccolato, ma tutte diverse. Ora, il cioccolato è il mio gusto preferito quando si parla di gelato, e qualunque vaschetta scelga, so che sarà sempre la scelta giusta. Questo mi ricorda che non ci sono scelte giuste o sbagliate. Quando ci troviamo di fronte ad un bivio, l’unica cosa da fare è testare una direzione, con un piccolo passo, sapendo che nessuna direzione è irreversibile e possiamo sempre invertire il senso di marcia.

        Ma è molto più facile cambiare direzione quando siamo già in movimento, piuttosto che farlo da fermi 🙂

        Spero di essere riuscita a darvi uno spunto.

        Rispondi
  3. Ciao Cecilia , in genere non lascio commenti , pur apprezzando sempre moltissimo i suggerimenti preziosi che tu ci offri , per mancanza di tempo , ma ora le cose sono un pó cambiate ( anche grazie a te 🙂 e io ho finalmente “deciso ” ! Dopo anni di tentennamenti direi “quasi ” schizofrenici , ho mollato tutto quello che mi stava facendo male ( ormai anche a livello fisico con intolleranze etc ) : un compagno -marito da 13 anni , lavoro , situazioni varie . Sono all’aeroporto di Delhi in transito per il Kerala dove approfondirò yoga e Ayurveda ( sono un’operatrice -Naturopata nonchè insegnante di yoga ) e inizia la mia nuova e inedita vita : biglietto di sola andata per questa nuova eccitante avventura , proseguirò per la Cambogia e il sud est asiatico tutto …..niente più problemi di tempo e limiti vari , lavorerò dove posso , scriverò un blog ( spero di riuscire ) senza più orari e limiti di sorta . Mi sento leggera come un palloncino ! Incosciente ? Forse ! Ma per la prima
    volta , dopo un lunghissimo periodo, mi sento in pace . La mia anima ringrazia l’universo per questo fantastico atto di coraggio !!!! Grazie per tutto quello che ci dai . Namastè . 💓

    Rispondi
    • Difficile applicarlo ad una situazione delicata come la relazione di coppia.
      Però provare a chiederti quali sono i contro di un’opzione e dell’altra, e quali tra questi preferisci affrontare, può cominciare ad indirizzarti verso una direzione piuttosto che un’altra e aiutarti a fare chiarezza.

      Rispondi
        • Mi dispiace Aurora 😐 C’è una frase che amo molto, e spero che possa esserti utile in questo momento. “Le persone vengono nella tua vita per una ragione, per una stagione o tutta la vita.Quando saprai perché, saprai cosa fare con quella persona”. – Paulo Coelho

          Rispondi
  4. Preferiscisco affrontare il problema di dover ricominciare da zero, senza una casa, con 2 cani e 5 gatti ma con l’uomo che amo, o preferisco restare impantanata nella vecchia vita di sempre, con una persona che non amo più ma con un tetto sopra la testa? Ebbene io 124 giorni fa, ho scelto la seconda. Ne sto pagando le conseguenze.

    Rispondi
    • Alice, se c’è una cosa che il mio coach (75 anni quest’anno e un bel po’ di scelte – a suo dire – sbagliate sotto la cintura) non è mai troppo tardi per ricominciare <3

      Rispondi
  5. La mia scelta riguarda il continuare un rapporto di coppia oppure no. La domanda qual’è il problema minore non so se applicabile a questa situazione.

    Rispondi
    • Sicuramente usare solo questo ”trucchetto” per una situazione molto delicata come la relazione di coppia, è un po’ semplificativo. Però può cominciare ad indirizzarti verso una direzione piuttosto che un’altra e aiutarti a fare chiarezza.

      Rispondi
    • Ciao Crissie. Mi sono trovata di fronte alla stessa incognita molte volte. Partire sapendo che sarei potuta tornare comunque, in qualunque momento, è stata la consapevolezza che mi ha aiutato a scegliere 🙂

      Rispondi
  6. Mmh. Devo scegliere tra un lavoro che mi hanno appena offerto che mi piace molto ed è effettivamente preciso per la mia preparazione , ma che mi lascerà pochissimo tempo libero , o il lavoro attuale che mi piace molto meno , che non c’entra nulla con la mia preparazione, ma che mi permette di avere tempo libero a disposizione.
    Proverò ad applicare la domanda è …speriamo bene!!!!!

    Rispondi
  7. Io mi trovo a scegliere tra due amori…”affrontare” forse non è la parola giusta …ma penso di aver capito il concetto..ci proverò..grazie:)

    Rispondi
  8. purtroppo ho un marito troppo autoritario, so che mi ama tantissimo ma quello che mi crea problemi e questo modo suo di parlare quando dice le cose. io soffro di epilessia e questo suo modo di dirmi le cose mi ha fatto sempre soffrire. quello di cui io ho bisogno e da poco ho capito e non pensare alle cose che lui mi dice certe volte. so che per il mio male dobbiamo pensare solo a quello che vediamo e non aggiungere a tutto anche un pensiero che ci crea problemi perché ogni volta m sento male. non e da tanto che finalmente sono riuscita a superare il mio modo di pensare e farlo in modo giusti. ho 61 anni e tutto e avvenuto in questi 40 anni che sono sposata. spero che finalmente il mio male riesca a migliorare

    Rispondi
  9. Questa è una domanda che dovrei davvero tenere a mente, magari stampare e tenerla a vista.
    Ogni giorno nel mio lavoro, c’è sempre una piccola sfida da affrontare, e visto che ci sono i miei clienti e i loro progetti coinvolti, non è sempre facile fare la scelta giusta.

    Rispondi
  10. Ceci è difficile scegliere comunque quando sul piatto della bilancia hai lavoro e soddisfazione personale e finanziaria e famiglia e crescita dei figli… In ogni direzione mi sembra che manchi un pezzo importante e non ho ancora trovato un lavoro che mi dia il tempo anche x la famiglia…
    Grazie del consiglio.. Proverò con una lista pro e contro….

    Rispondi
  11. Che fare !?!?! difficile scelta sono mesi che sono iscritta a La Svolta School i vostri esercizi mi aiutano ma ancora non ho trovato la strada ….e il coraggio di cambiare, sto mettendo ancora tutto sulla bilancia purtroppo sono una passionale e sto seguendo il cuore non l’ago della bilancia 🙀🙀🙀🙀
    Ma ho fiducia che prima o poi vedrò la luce giusta…..intanto preparo scatoloni di roba inutile ma che non voglio lasciare…..

    Rispondi
  12. Ciao 😩 Io sono in questa situazione. Ho 34 anni, e due anni fa, dopo 12 anni, ho perso il lavoro. Non sono ancora riuscita a trovare quello che mi piace, forse neanche so cosa mi piacerebbe fare; giorni fa mi hanno chiesto se volessi occuparmi di un anziano, 4 ore la mattina, e con tentennamenti ho accettato, per una paga misera. Sono strasicura di non volere stare qua, di non voler fare questo, ma non so cosa fare. Questo è il mio bivio, spero di riuscire a risolvere. Viva la vita. 😊

    Rispondi
  13. ciao Cecilia,
    prendere una decisione???!!!!
    difficoltà tante tante, ma giustamente dici tu, devi prenderla.
    ho letto le risposte di sopra. Una mi ha incuriosito e interessato.
    Si, mi sembra quella di Antonia.
    Ma cosa fare, quale decisione prendere e come.
    Con i sentimenti il discorso diventa difficile. Ma il discorso si conclude per me in una sola cosa.
    Dare ascolto alla ragione o al cuore che parla un altro linguaggio? Rinunciare ad una situazione a dir poco ‘tossica’ è la soluzione, ma quando in due si è d’accordo a continuare, che fare?
    Amare una donna sposata………
    Aiutami, ti prego

    Rispondi
  14. Ciao sono Rossella
    Apprezzo molto ciò che stai facendo … Un bel lavoro che apporta un “ben essere” a chi vuole cambiare 😄
    Credo che Tutti Noi dobbiamo imparare ad ascoltare i nostri Veri Bisogni✨✨✨ e quindi la domanda viene fatta riguardo a questo 🎈
    Le nostre emozioni le lasciamo ferme e guardiamo le cose in neutrale in assenza di giudizio ☺️
    È possibile tutto ciò….un buon allenamento nella palestra della vita ci aiuterà a capire come fare.
    Un abbraccio🙏❤️🙏✨✨✨

    Rispondi
  15. A me bivio tra il partire all’estero o rimanere qui dove dopo aver cominciato una scuola di specializzazione post-laurea che non mi piaceva neanche mi ritrovo senza la voglia di prendermi neppure il titolo ! ho fatto quello che razionalmente era la cosa più logica e adesso mi ritrovo con una depressione fortissima e soffro di insonnia. Adesso spero che non sia tardi.mi dispiace per la bimba.

    Rispondi
    • Ciao Oriana! Una persona a me molto cara un giorno mi ha detto: ”Ceci, quasi nessuna scelta è mai irreversibile.” Cerco sempre di ricordarlo ogni volta che mi sembra non ci sia via d’uscita <3

      Rispondi
  16. Ciao Ceci
    Sento il bisogno di lavorare da Imprenditore, occupazione da dipendente, le rate di tutto un po’, so cosa fare da Imprenditore ma non so cosa devo fare ? Ho 50 anni, devo faticare!
    Ciao Cecilia

    Rispondi
  17. Mi reputo una persona che guarda sempre al pro e al contro della situazione, decido molto in base a questo, quale miglioramento può portarmi o giovarmi quella persona/quella situazione? Io mi faccio praticamente sempre questa domanda

    Rispondi
  18. Ohhhh,.. si e’ proprio cosi’ Ceci !!!! Ho trovato finalmente una casa x un anno e…. una settimana x decidere ! e dopo aver soppesato i pro e i contro ,…. ho deciso . ma la casa era gia’ stata prenotata da altri prima di me ! bene ora sono ancora alla ricerca . Ma forse e’ meglio cosi’ xche’ x ora meglio avere una casa temporanea ancora x un anno ? x 6 mesi ?…. e chi lo sa?
    Speranza e costanza = cosi’ potro’ ancora scegliere dove andare

    <3 Love hug

    Rispondi
  19. Per Rinascere penso che sia necessario rinnovarsi.Ho deciso quindi di fare un salto nel buio confidando nel paracadute delle nostre intelligenze. Il nuovo presenta molte trappole e difficoltà. Ma è di gran lunga la strada migliore che ci serve collettivamente e personalmente.

    Rispondi
  20. Cambiare paese e cercare lavoro o restare e continuare a provarci?
    Sei troppo vecchio per farlo opp hai ancora tempo? Ti troverai bene e riuscirai ad ambientarti? Che lavoro potresti fare? Queste sono solo alcune delle domande che mi pongo gia da qualche anno 😅 e la cosa più strana che le cose nel frattempo non sono cambiate e sto ancora a farmi queste domande invece di prendere una decisione…

    Rispondi
    • Ciao Gianluca! Perché non concentrarsi solo su una domanda alla volta? Potresti trovare la risposta chiave che ti aiuta anche con le altre 😉

      Rispondi
  21. due case in affitto, una costa meno ma ha il riscaldamento con i termoconvettori, l’altra costa di più ma ha riscaldamento normale. cosa fare? con il tuo video mi sono fatta la domanda quale problema affrontare per primo ma sinceramente non so bene cosa fare. mi sembrano tutte e due soluzioni non adatte a me e a quanto pare in giro nella mia città non ci sono altri appartamenti in affitto, e avrei urgenza subito!!! Mamma mia!!!!! Ciao!

    Rispondi
    • Oh Stefania purtroppo non me ne intendo molto di tipologie di riscaldamento… puoi chiedere un consiglio ad un tecnico, oppure scegliere la casa che, al di la dei termoconvettori ti convince di più 🙂

      Rispondi
  22. Io mi trovo in una situazione che mi sta stretta,la famiglia che ho costruito con furiose litigate,riappacificazione e quant’altro,premetto ho già tre figli grandi il piccolo ha 22 anni,è anche i miei figli mi dicono di andare,visto che mi sento manipolata,la persona con qui convivo da 32anni mi fa sentire sempre in colpa se prendo una decisione che a me fa molto piacere mi trova mille problemi e complicazioni per cui è un no! Mi manca la mia libertà,stare con i miei amici ( che ovviamente lui non approva) fare Delle scelte che mi fanno felice è invece mi blocca il fatto di non saper dove andare,trovare un lavoro è un alloggio. Ma il mio cruccio più grande sono i miei figli ,io saprei già cosa fare ma..

    Rispondi
    • Tanya, mi sembra una situazione molto delicata. Ciò che posso consigliarti è di fare chiarezza e di individuare ciò che tu realmente vuoi, per la tua felicità e per quella dei tuoi figli. Ti abbraccio forte 🙂

      Rispondi

Lascia un commento