Essere speciali non ha nulla a che vedere con quello che capita o meno nelle nostre vite.

Ma con quanto riusciamo ad accettare ”ciò che è”, abbracciare il cambiamento inaspettato e crescere di conseguenza.