cecilia sardeo

Da centralinista a imprenditrice e CEO

Per diverso tempo non sono stata molto ottimista sul mio futuro. Ho seguito il copione alla lettera: diploma, laurea, stage, ricerca di un lavoro. Andavo avanti di giorno in giorno ma non avevo prospettive.

Non sono certa del perché mi sentissi in quel modo, forse il fatto che tutto intorno a me mi ricordava puntualmente che in effetti, di prospettive non ce n’erano molte. Che quel sistema che aveva consentito ai miei genitori di crearsi un futuro sereno, stava cadendo a pezzi e non sarebbe stato più lì ad aiutare me. Che l’unica strada era accontentarsi di quello che sarebbe arrivato e che se il 99% delle persone attorno a me l’aveva passivamente accettato, dovevo farlo anche io.

Mi sentivo rassegnata e disorientata.

Fortunatamente, una voce dentro di me non ha mai smesso di dirmi che doveva esserci un’alternativa. Di fronte ad una situazione che sembrava senza uscita, stavo sperando in un miracolo.

In fondo che cos’è un MIRACOLO se non un cambio di prospettiva?

Il momento in cui – qualunque sia il paese da cui provieni, la tua età o il genere a cui appartieni – smetti di essere un osservatore passivo di tutto quello che accade. Il momento in cui improvvisamente a una realtà prima stretta e soffocante, si sostituisce una tela bianca pronta ad accogliere infinite possibilità.

Il momento in cui ogni problema diventa una sfida, e trovi il coraggio di metterti in gioco. Il momento in cui cambia la direzione dei tuoi pensieri e di conseguenza cambiano le tue esperienze. Il momento in cui accade quello che mai avresti mai immaginato diventa possibile.

Sono Cecilia Sardeo, giro il mondo da quando avevo 18 anni e da quando ne ho 25 gestisco i miei progetti sul web (ora ne ho mooolti di più … mica ti dico quanti eh 😜).

Non ho tutte le risposte e ne sono felice: in fondo la vita è un’evoluzione continua e l’unica cosa che sappiamo con certezza, è che non ci sono certezze. 

Sono una ricercatrice incessante e ogni volta che scopro qualcosa di meraviglioso e utile per me, lo condivido con tutta la tribù di Omnama.it, il più grande portale di crescita personale in Italia, sul mio blog, e su ImpactGirl il podcast italiano dedicato alla crescita professionale al femminile.

Nata e cresciuta nella campagna veneta, con nulla più di una passione, un computer e un debole segnale wifi, ho creato 3 business di successo sul web, in Italia e all’estero nel giro di circa 3 anni.

Dopo aver viaggiato in lungo e in largo per il mondo, facendo i lavori che mi capitavano, sono finita a Kuala Lumpur, dove ho cominciato una carriera accidentale come addetta all’assistenza cliente. Il caso ha voluto si trattasse di uno degli editori online di crescita personale più grandi al mondo, Mindvalley Inc.

Qui la mia vita ha preso il volo … e non era che l’inizio. Oggi sono CEO della branca italiana di Mindvalley, Mindvalley Italy e co-fondatrice di progetti italiani e internazionali tra cui Biz-AcademyLaSvoltaSchool, e Zenward.

Lavorare a stretto contatto con imprenditori brillanti di grande esperienza, mi han reso un’ imprenditrice digitale lungimirante e motivata – Almeno così dicono … e io spero abbiano ragione😊.

Non sono perfetta e non ambisco a diventarlo; cerco piuttosto di diventare ogni giorno una versione migliore di me stessa. Spero di ispirarti a fare lo stesso, mentre condivido le mie piccole grandi scoperte personali e professionali 💜

Cosa aspetti?

Iscriviti subito al blog per ricevere la tua dose di ispirazione settimanale.

Qualche fatto curioso (in ordine sparso) e cosa mi ha insegnato

  • Dopo aver lasciato il mio lavoro fisso, mi trasferisco in India per cominciare la mia attività come blogger, al minimo costo possibile.

    Tralascio un unico “dettaglio”: volare in una delle zone più desertiche e povere al mondo, in pieno agosto, cercando di farmi largo nel mondo imprenditoriale, non è esattamente quella che si potrebbe definire un’idea geniale. Per fortuna, le 1000 difficoltà e i momenti di scoraggiamento, lasciano gradualmente spazio ad una nuova forza e determinazione.

    >> Partire dal punto più basso non ti lascia altra possibilità che salire verso l’alto.

  • Dopo un anno di lavoro come addetta all’assistenza per una grossa azienda editoriale, lancio una sfida ai miei 2 diretti superiori per avere una promozione: se dovessi perdere, darò  le dimissioni. Oggi uno di loro è un caro amico, mentore e socio in diversi progetti.

    >> Il vero coraggio è prepararsi al meglio e poi buttarsi pur non sapendo come andrà.

  • Volo a Kuala Lumpur per sostenere un colloquio di lavoro, senza sapere se sarò assunta. Temo infatti che il mio pessimo inglese, mi impedisca di capire il mio interlocutore su Skype. Spendo buona parte dei miei risparmi per prenotare quel volo. Ancora oggi mi chiedo cosa mi sia passato per la testa!

    >> Scendere in campo prima di sentirsi pronti, è già l’80% del lavoro!

  • Per imparare l’inglese decido di trasferirmi a Londra, dove vengo assunta come RUNNER (così sono chiamati quelli che corrono avanti e indietro tra i tavoli e non sono autorizzati a parlare ai clienti). Non ho sono mai stata tanto derisa come in quel periodo. Almeno così, qualche parola di inglese mi è rimasta in testa :).

    >> Prima ti abitui ad accettare le critiche, prima riesci farne tesoro per crescere.

  • Per diversi anni ho avuto un pessimo rapporto con il mio corpo. La mia resilienza unita ad una curiosità irrefrenabile per tutto ciò che riguarda la salute e il benessere, mi hanno introdotto alla yoga e alla meditazione, permettendomi di ritrovare un equilibrio fisico e mentale che mai avrei creduto possibile.

    >> A volte per ottenere risultati che non hai mai avuto, devi fare cose che non hai mai fatto.

  • Detesto cucinare, ma amo mangiare…qualunque cosa; prendermi per la gola, è un gioco da ragazzi.


    >> Nessuno è perfetto.

  • Sono terribile in matematica e per diverso tempo ho pensato che questo avrebbe irrimediabilmente ostacolato la crescita dei miei progetti imprenditoriali. Non potevo immaginare che un giorno avrei gestito la mia azienda e avuto clienti in tutto il mondo.

    >> Lasciare che i tuoi punti di debolezza definiscano la tua “realtà” è la migliore ricetta per una vita infelice.

Vieni a trovarmi dove vuoi

Ogni video che fai è una perla di saggezza, ed ogni articolo, una scuola di vita. Grazie di tutto.

~ Daniele R.